Donne da (a)mare

Bel sesso che transiti,

le vie sono vaste e t’implorano

(gonne floreali e corpetti a brezza),

a piedi nudi vaghi per gli arenili

ancor sedati, di poco umettati

e soffio di frescura scombina

le tue criniere scomposte

(filati di grano e scarlatto),

un due pezzi trasparente

larghi occhiali da sole,

la sabbia s’addentra

tra le pieghe delle cosce,

i marosi s’infrangono indecisi

(acqua bianca e taciturna).

Tutto odora di dormiveglia,

nessuna vela/gabbiani eremiti

tra correnti d’amanti

che si dilungano sugli scogli

a soleggiare i visi tonici,

e mentre si va

ancor non capire

ed ancor ritentare.

 

Tentativi.

Tentazioni.

 

04/2018

Carlo Molinari copyright

Photo copyright free

http://carlomolinari.simplesite.com

Annunci

Essenze di donne

Al tiepido sole

si liberano le donne,

tra sandali alla romana

su piedi scalzati,

fronde scarmigliate

su seni marini

e labbra abbozzate

come spruzzate di Mirò.

 

E stravagare

tra le loro essenze.

 

04/2017

Carlo Molinari copyright

Sospiro di luna crescente

Amami per ciò

che ti posso dare,

i viali sono sassosi,

le foglie macerano

al vento impenitente

dell’amore razziato,

ma tu amami per ciò

che ti riesco a dare.

La mia vita è luna e fango

i miei passi incresciosi

li conto alla rovescia,

che tu sia amore

questo lo conosco,

che tu sia slancio

lo gridano i miei occhi,

ma tu rapisci il mio fiato

e arresta il mio battito.

Sarò cera e marmo,

fuoco devastatore

e vampa inestinguibile.

Sarò ciò che posso essere

sarò ciò che tu puoi avere.

 

04/2018

Carlo Molinari copyright

Photo copyright free

http://carlomolinari.simplesite.com

A mia madre

Quand’anche

affiancati avanzassimo

sull’erto lastricato

che le ore del vivere

incornicia,

una sol ombra

sul fallace terreno

si stamperebbe.

La compatita afflizione

il migrar delle lacrime

in un sol rivo incanala,

che mai tormenta

farà tracimare

né mai rovente sole

disseccherà.

L’arte del vivere

nell’affanno

le frivolezze congeda

ma t’incolla a chi

il suo gergo

comprende.

E del romanzo

l’epilogo conosce.

 

Perché già vissuto.

 

 Anno 2008 

 Premio speciale “Medaglia d’argento” al concorso letterario “Nicola Mirto 2008”, Alcamo (TP).

“La dedica sgorga dal cuore del Poeta: il linguaggio della sofferenza, con solidale afflato e con stile sobrio, è espresso magistralmente in una composizione di struggente verità e di coerente efficacia”.

 (Dott.ssa Erina Faraci, Giuria degli esperti)

 

Finalista al premio letterario “Giovanni Pascoli 2008”, Vidigulfo ( PV).

 

Carlo Molinari copyright

Photo by Enrico Molinari

http://carlomolinari.simplesite.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ton visage

Cette nuit je ramasse

miettes de vie

à tâtons à la lisière

de mon âme.

Je peux te donner

les étoiles,

poser la lune

dans tes doigts,

toucher légèrement

tes lèvres,

mais je sais bien

en même temps

que tout ça

n’est qu’un rêve

dans l’obscurité.

 

Il serait mieux

jeter de la boue

dans mes yeux,

du pollen

dans ma bouche,

pour me noyer

dans les larmes.

 

Encore une fois.

 

Carlo Molinari copyright

Marzo 2017

Photo copyright free

http://carlomolinari.simplesite.com (Web Site)

 

Di verde l’incanto

Ti porgo il mio saluto,

o albero dalle corolle

color bianco sporco,

eri solo fronde secche

vuote d’ogni anelito di vita,

tutto riposava inerte in te

e noi, ignari, non stendevamo

nessuno sguardo alla tua beltà.

Ora passarti accanto

è sentore di pulito, niveo,

si strepita che primavera

è giunta alla sua pienezza,

gli amanti trovano sicura difesa

sotto il tuo fogliame,

le greggi arrestano il fiato corto

spezzato dall’arsura

(e questo sarà tra pochi soli).

Sei deflagrato in una seduzione

che non conosce

morte nel tempo.

I contadini affaticati

poseranno il loro corpo

sulle tue radici

ed un bicchiere di rosso

li allieterà inebriati

del tuo candore.

Gli uccelli di già, protetti,

plasmano i loro nidi

tra le tue fronde smisurate

ed è pace, ed è luce

e “tutto concorre al bene”.

 

Ti porgo il mio saluto,

o albero dalle corolle

color bianco sporco.

 

Anch’io su di te

ho dischiuso i miei occhi.

E per oggi hai decelerato

i miei affanni.

 

 

04/2018

Carlo Molinari copyright

Photo by me

http://carlomolinari.simplesite.com

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

caterinarotondi

Se non combatti per costruire la tua vita non ti rimarrà niente

Doduck

Lo stagismo è il primo passo per la conquista del mondo.

margraces's Blog

Come l'onda che ci ispira, in un Mare di Grazia

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

A Place For My Head

C'è chi si gode la vita,c'è chi la soffre,invece noi la combattiamo.

Lost Route

Riscopriamo la bellezza della natura, camminando...

La Chimica Delle Parole

L'unica cosa certa è il cambiamento

Luce nel buio

La crisi dei 40 anni in anticipo!

Paroledipaola

sospesa tra finzione e realtà

Lea e l'Inchiostro

L'odore dei libri. Le mani sporche di inchiostro. Ho iniziato a leggere quando ho capito che la mia vita non mi sarebbe bastata.

Argentoblu

Bon ton nella moda

Un Po’ Di Me e Dal Web

Lui fa il sogno lei fa la piuma loro volano

Paradisi Artificiali

Parole in libertà

Oniricosite

I miei sogni sono irrinunciabili , sono ostinati , testardi e resistenti . Luis Sepulveda

Il sogno nascosto❤

"L'amore non conosce barriere. Salta ostacoli, oltrepassa recinzioni, attraversa pareti per arrivare alla sua destinazione, pieno di speranza."

TYT

il lavoro debilita l'uomo e la donna

duepunti

Punto, due punti, ma sì, fai vedere che abbondiamo, abondantis adbondandum.

Monday sun

oggi voglio essere

normagiumelli

Le mie passioni

chiarasaracino's Blog

essere distanti

Adriana Mirando Artista

L'arte, una scorciatoia tra noi e i nostri sogni.

Frammenti di emozioni

Impressioni di un'anima errante

Il Canto delle Muse

"C’è una sola cosa che si scrive solo per se stesso, ed è la lista della spesa. Serve a ricordarti che cosa devi comperare, e quando hai comperato puoi distruggerla perché non serve a nessun altro. Ogni altra cosa che scrivi, la scrivi per dire qualcosa a qualcuno." Umberto Eco

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

" una, nessuna e centomila"

essere o non essere, questo è il dilemma.

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Citazioni Della Mia Mente

"Aut insanit homo, aut versus facit." (Orazio)

Beauty From Darkness.

Non pretendo che la Gioia non possa unirsi alla Bellezza, ma affermo che la Gioia ne è uno degli ornamenti più volgari, mentre la Malinconia ne è, per così dire, l'illustre compagna: al punto che non riesco a concepire (il mio cervello è forse uno specchio magico?) un tipo di Bellezza senza l'Infelicità. [Baudelaire]

Rupestreblog

∃x(φ)