Presentazione cd

Ieri pomeriggio presentazione del mio cd di poesie “Così doveva essere” e “finissage” della mostra di pittura di Egle Piaser (grazie per l’ospitalità!), con Luca Bressan (grazie per l’ottima presentazione!), a “La Porta Fucsia”, Vittorio Veneto (TV), e un grazie anche ad Antonella (titolare del circolo culturale) e a tutte le persone che sono intervenute.

“Il successo dei nostri studenti

è la gloria di noi insegnanti” (Laura Scarpis).

http://carlomolinari.simplesite.com/

Annunci

Ma sto più sotto

Ombre stritolate d’avariato

mi trascino (come castigo)

e tremo, solo chiome macere,

silenzio/nulla/silenzio/nulla/

un olocausto votivo per amore.

E ardono ora i pensieri deviati

ridono amare le mura amate,

il fuoco ha fetore di rancido

anche l’Ade appare riscatto.

Ma sto più sotto

ancor per poco

ancor più sotto.

Carlo Molinari copyright free

Ph. copyright free

Canto d’antica rimembranza

Vienimi appresso che la vita è breve,

ti scortica il volto e ti sputa nella melma

tu, donna purpurea da tardo Ottocento,

avresti bramato calessi e pietrosi sentieri,

rischiarati da lampada fioca a petrolio,

avresti portato i passi in raffinati salotti

librandoti sulle note di Johann Strauss,

avresti nascosto la pelle d’alabastro puro

in ombreggi assolati di tiepidi campi.

I furiosi preludi di Chopin t’infioriscono

le tinture di Monet t’incorniciano démodé

le sculture rugose di Rodin ti magnificano

e la mia misera stilo ti ritrae come aurora,

un pallido sole che imbianca l’orizzonte

e carezza lo spirito di chi osa andare oltre.

Carlo Molinari copyright

Ph. copyright free

Libera-mente

Ho quello sconcerto maledetto,

vedo capelli che straripano tra note

da caldo Sud, e ricami e pizzi orlati,

assenze di sorrisi e sospiri nel segreto,

visi velati e labbra di rosa canina:

m’hai fatto gridare barbaramente

a questa luna nera, perché errar

tra le anime è la mia chiamata,

e sono figlio del sogno proibito.

Baci meditati su un collo puro

e sconquasso di vene, sangue blu

nell’incavo del seno bianco,

e un’antica pietra filosofale

per amare i misteri dell’eterno.

Carlo Molinari copyright

Ph. copyright free

I canti di Pandora

Mi hai voluto nelle notti di calda primavera

stelle e aurora boreale tatuate sulle spalle,

la tua pelle lisciata chiamava all’abisso

e occhi abbracciati da corvina tintura

giuravano roventi e spinose ascese

alle dimore appartate delle Muse,

eri come regalo/stupore/eccesso/

calura/silenzio/sacra quiete dei sensi

ma anche pazzia, ostile attesa d’un volto,

che nel tempo non è mai rincasato.

 

11/2018

Carlo Molinari copyright

Ph. copyright free

 

P.S. Nella mitologia greca, Pandora fu la prima donna mortale creata da Efesto su ordine di Zeus.

I giardini dell’Eden

Tocco di donna, collo di velluto

spezia d’Arabia, felce fresca di bosco

smania, scompiglio, labbra da morsicare

calle del vizio, goccia di vino novello

dita inerpicanti, chiome imperlate,

a pelle nuda ho navigato i mari

che non furono mai scritti (e annegai),

smalto turchese – nebbia che violenta

i passi di chi s’arrende – cieco delirio

e spirito selvatico, la ragione in te

s’è persa, la Parola in te s’è specchiata,

foce placida nella laguna, droga salvifica

fuoco divino, sesso liberato, sposa all’altare

e giurare fedeltà /e anelli che cadono/

ora ci sono (amata d’amare) come vento

che si solleva, senza resistenza alcuna,

nei colori più illimitati dell’esistenza.

 

 

Carlo Molinari copyright

Ph. copyright free

9 Novembre 1964

Vocalizza le tue lodi

oh passero degli albori,

per quel dì d’autunno

che mi restituì la luce.

 

La vita è sì breve e astuta

ma oltre i graspi di stelle

non s’intende né lamento

né frontiera alcuna,

e si torna a sperare.

 

 

Carlo Molinari copyright

Ph. copyright free

 

Scritta ieri, all’alba del mio compleanno.

Un grazie in diretta

“Radio Palazzo Carli” (Sacile, PN) stamattina: dalle 10.00 alle 11 è andata in onda la trasmissione settimanale “L’angolo della Poesia”.
Intervistatore Alberto Fratantaro, poeta e giornalista.
Sono stato intervistato per circa 30 minuti riguardo al mio ultimo (e primo Cd) di poesie recitate “Così doveva essere – Poesie dal buio alla luce” e sulla poesia in generale.
L’ultimo quarto d’ora è stato dedicato al pittore Gabriele Cattarin che da giovane lavorò con Salvator Dalì ed ha esposto più volte i suoi quadri a New York.
Sono state messe in onda tre tracce relative a tre mie poesie del cd e, naturalmente, non ho mancato di ringraziare pubblicamente gli attori che hanno interpretato i miei scritti, Antonio Sterpi e Eddi Martellato, oltre che all’amica pittrice Egle Piaser che mi ha gentilmente concesso la foto di un suo quadro (“Ofelia 1”) per la grafica di copertina.
Esperienza più che positiva: era la terza volta che venivo intervistato da questa emittente privata che copre Friuli-Venezia Giulia, Istria, Veneto e Trentino-Alto Adige.
Un grazie a coloro che stamattina hanno voluto e potuto ascoltare la trasmissione in streaming.

L’amore derubato

Filari di stelle cesellate

franano dal cosmo irreale

e s’adagiano ora sugli occhi

degli amanti che han visto

sentieri sordi di peccato,

a rinnovar antica memoria

che saggezza unita a fedeltà

persistono come pietre miliari,

scolpite negli animi di quanti

scansano l’amarezza, perché

non sussista amore ingannato,

rapinato di luce e fasci d’ambra,

ma un cuore devoto sia ciò

che smania l’ipocrita destino,

nessuna parola stesa al vento

né sesso schiavo delle tenebre,

solo capelli che onorano il viso

tra labbra che palesano verità

e mani che si perdono sui seni,

amplessi brucianti in una notte

che ha deciso di proseguire oltre.

 

 

Carlo Molinari copyright

Ph. copyright free

Angoli di pensiero

Dormi mia donna, son tarde le ore

domani verrà e avrai la tua rosa,

pregna di fumo e di spine affilate

ti sarò presso e parlerò di poesia,

il soleggiare brucerà i tuoi passi

e avrai in bocca l’alba d’argento.

 

Negli occhi la nuvola lucente

tra le dita il giorno che irraggia

ed io, ancor nel mio putiferio

tra versi sfigurati d’amarezza

e sfrenata passione, come fossi

sterminato e tuo furioso abisso.

 

 

Carlo Molinari copyright

Ph. copyright free

E ancor s’attende

S’innalza all’apice dello scrutare

questa ciglia di luna slavata,

adornata da penurie di stelle

impicciata da nembi espansi,

e m’immergo tra sussulti astuti

di colonie di passeri, mentre

si spolvera d’azzurrino infante                             

il viso sedato di questa città,

rari indizi di brezza cristallina

e barlumi ch’ancor rischiarano

strade selvatiche, tra marciapiedi

che invocano fronde schiantate

e rapide sgridate d’inverno.

 

E ancor s’attende,

e ancor si prega.

 

 

Carlo Molinari copyright

Ph. copyright free

http://carlomolinari.simplesite.com

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Alessandria today

Cronaca, ambiente, cultura, interviste, reportage e politica

Il Canto delle Muse

La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità. ( Albert Einstein )

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

Memorabilia

Mille sono i modi di viaggiare, altrettanti quelli di raccontare.

'mypersonalspoonriverblog®

Amore è uno sguardo dentro un altro sguardo che non riesce più a mentire

Jacopo Pontecorvo

Dedicato ai miei figli Stefano, Cecilia e Rosario💖

wwayne

Just another WordPress.com site

Disagi di un'aspirante sirena

Se a 4 anni mi aveste chiesto cosa sarei diventata da grande, avrei risposto "Una sirenetta". La coda non mi è ancora spuntata e ho come la sensazione che Eric sia a farsi un festino con Ursula

inpuntadipiedinaturalmente

dai rimedi naturali fatti in casa alla riflessologia

tavolozza di vita

~☜❤☞~Pensa con il cuore e vivi l'attimo~☜❤☞~ Poetyca

RUMORE

Interferenze radio e disturbi di segnale

Versi Vagabondi

poetry, poesia, blog, love, versi, amore

agores_sblog

le parole cadono come foglie

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

Beauty From Darkness.

Non pretendo che la Gioia non possa unirsi alla Bellezza, ma affermo che la Gioia ne è uno degli ornamenti più volgari, mentre la Malinconia ne è, per così dire, l'illustre compagna: al punto che non riesco a concepire (il mio cervello è forse uno specchio magico?) un tipo di Bellezza senza l'Infelicità. [Baudelaire]

Citazioni Della Mia Mente

"Aut insanit homo, aut versus facit." (Orazio)

Ass.CaLeCo

Associazione Culturale Caffè Letterario "CONVIVIO"

" una, nessuna e centomila"

essere o non essere, questo è il dilemma.

Argentoblu

Bon ton nella moda

Lea e l'Inchiostro

Scrivi. Custodisci. Vivi. Stupisci.

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Oniricosite

I miei sogni sono irrinunciabili , sono ostinati , testardi e resistenti . Luis Sepulveda

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

- Si crea ciò che il cuore pensa - @ElyGioia

La Chimica Delle Parole

L'unica cosa certa è il cambiamento

TYT

il lavoro debilita l'uomo e la donna

normagiumelli

Le mie passioni

mezzaginestra

Cultura? Pop e piano, sir.

Soffio di respiri

Viola, 23 anni, studentessa, incosciente, innocente. Bovarista deleteria. Racconto di me, chi sono, cosa penso, sbaglio e rattoppo!

Rupestreblog

∃x(φ)

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

Paesaggi dell'anima Weblog

Virtutem forma decorat

Plumari Sebastiano Aurelio

La forza e la fragilità sono dentro la nostra anima, ogni respiro è unico ed è la consapevolezza dell'essere che ci rende unici.