E bevono vino fino alle cinque.

Un vociferare dimesso si leva

dalle mura dell’osteria,

mentre una tapparella assonnata

s’alza nel pieno della notte.

Due gatti sbilenchi, intorpiditi,

varcano la strada deserta

da pericoli diurni.

E tu, anima mia,

cosa vai cercando nella

oscurità più tetra?

O cuore in pena

perché ancor non dormi quieto?

Cosa ti fa elevare, fumare distratto,

intorpidirti le ossa in piena notte?

La risposta è incastonata

fra le stelle, segreta è oramai.

 

Fra poco sarà l’alba, sì,

e Dio,

ancora non dorme.

 

2012

Foto dal web

Annunci