M’offusca sempre la mente

quest’irrazionale giornata,

mentre ricordo, anche

senza volerlo,

il dì della tua terrena dipartita.

Ero troppo piccolo per meritare

un simile disastro,

una morte che m’ha segnato

per sempre, in tutto.

Eri troppo giovane

per andartene così,

eppure il Cielo ha permesso

questo dipanarsi della terrena

vicenda umana.

Disastro esistenziale,

io ch’ancor miro le stelle

per scorgerti sorridente,

una tua carezza

per rasserenarmi,

no, non c’è papà,

non c’è più.

Ma so che ora sei sereno

tra il consesso delle anime

a contemplare l’immenso Dio.

Nei secoli dell’eternità.

E questo mi basta.

 

2013

 

Annunci