Cerca

Carlo Molinari… Scrivere secondo istinto.

Cercando di fare un po' di poesia

Mese

marzo 2017

Haiku 31.03 – Ancor prima di Pasqua

Riappare luce

nelle vene pestate

ed anche fiori.

 

2017

Foto copyright free, pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Annunci

Ton visage

Cette nuit je ramasse

miettes de vie

à tâtons à la lisière

de mon âme.

Je peux te donner

les étoiles,

poser la lune

dans tes doigts,

toucher légèrement

tes lèvres,

mais je sais bien

en même temps

que tout ça

n’est qu’un rêve

dans l’obscurité.

 

Il serait mieux

jeter de la boue

dans mes yeux,

du pollen

dans ma bouche,

pour me noyer

dans les larmes.

 

Encore une fois.

 

2017

Foto copyright free, http://www.pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Bar Posta

Predomina il nero

sui calici sollevati.

Gel a cascate

su scompigliate

ciocche bionde.

Colonie di cellulari

in esposizione

su mani inanellate.

 

E tavolozze di trucco

sciarpe, sguardi

che sguardano

avversi,

chips messicane.

Le pareti di giovani

si sgrovigliano a tocco

invasato.

 

Atolli a sè stanti.

 

Siamo folla, siamo nessuno.

 

Qui a fianco s’innalza

a farmi compagnia

un bouchet di pistilli

su magnifici lilium

giallo arancio e porpora.

 

Che nessuno contempla.

 

E lei mi sorride.

Perché mi ama, qui.

 

2008

Foto copyright free, http://www.pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Haiku 26.03 – Due caffè di notte

Respiro lento

occhi su occhi serrati

e muta l’ora.

 

2017

Foto copyright free, http://www.pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Vernice

Calcar la tela

fino quasi a sfasciarla

dalla frenesia,

impastricciarla

con tinte fuoco,

colori ad olio

che s’imprimono

a produrre lineamenti.

 

Raddrizzare il tiro

con la punta delle dita,

tinteggiare

con il palmo delle mani

e fregarsene degli schizzi

sui vestiti da festa.

 

Così affresco a penna

le tue sembianze,

oscillo con il mio canto

su fogli lattei e li vesto

di mille particolari,

proprio come piace a te.

 

Quel che resta del finale

è forse già scritto da millenni.

Io sono solamente

un piccolo scrittore di parole.

 

Forse alle prime armi.

Forse pur istintivo,

ma con i ventricoli

in perenni aritmie.

 

Perché questo

è il mio palpitare,

quando incrocio

il tuo volto radioso

che, ancora una volta,

mi chiama per nome.

 

2017

Foto copyright free, http://www.pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

E seni da amare

Non m’adagerei mai

nel proclamare

delle tue fronde l’avvenenza,

quadri rigogliosi

d’un campo di frumento estivo

abbozzato e seduttore.

 

Non mi sfiancherei mai

nell’appagare

la lucentezza del tuo sorriso,

labbra carnose che reclamano

fiumi in piena di baci assolati.

 

Non mi stupirei mai

di seguitar il tocco delicato

alle tue forme regali,

fasciate di nero-regina,

e smalto scarlatto d’un tempo

(erba appena recisa

che di sensualità profuma).

 

Non mi placherei mai

nel mirar a fondo i tuoi occhi

decorati d’infinito,

verde smeraldo

di fondali marini,

tocco di violacea primavera.

 

E seni da amare.

 

 

2017

Foto copyright free, http://www.pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Haiku 23.03 – La diga crepata

La vena d’arte

rivela mezza pausa,

sta deflagrando.

 

2017

Foto copyright free, http://www.pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Scogli

Impavidi grilli

intermezzano

la volta celeste,

di caligine cristallina

e cenere sfavillante

incastonata.

 

Ho scoperto

i segreti del mare

vivendo

una stilla di rugiada.

 

1996

Foto copyright free, http://www.pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

A te che te ne vai

A te che te ne vai,

navighi i cieli

sino a remote patrie,

a te che la scia riversi

del tuo ardire in chi

tacito

qui rimane.

A te che commossa nostalgia,

maligna, a fondo pugnalerà

quando striati crepuscoli

disabitati

ti veleranno.

A te che proscrivi animi

e sussultano e s’angustiano

fantasticandoti

sfuocata anni luce.

Acqua terra

fuoco  vento

a vita zigana

ti battezzeranno,

d’euforia pregna.

A te, che acuta sorte

arrida e carezzi

di timor sensato

ogni singolo incedere,

verso il film ch’ancor

non si proietta.

Ma che noi stessi

decoriamo.

A te, sorella mai conosciuta,

sia la quiete della scoperta

a indirizzare

ogni anelito

nel proseguir

sempre oltre.

Sui cammini del Signore.

 

2007

 

Dedicata a mia sorella Laila

 

Vincitrice I° premio nazionale di poesia “Pablo Neruda 2007” (Vidigulfo, PV).

 

“Versi dedicati ad una persona mai conosciuta, ma facente parte della tua vita, questi sono i versi di “A te che te ne vai”. Un dolore tramandato, il rammarico del mai vissuto. Lirica toccante che dimostra quanto la sensibilità sia il profumo, l’essenza consapevole di un forte legame”.              

(Dott.ssa Elba Casorati, giuria degli esperti).

 

Foto copyright free, http://www.pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Impressioni

Tu m’hai dato del pazzo!

Di quella pazzia

che intacca le menti

dei geni e dei santi.

Ma dissento, amica mia,

io dissento.

La mia volontà desiderata

ha sapore di insipida normalità.

La mia fede svogliatamente supplicata

è cenere al vento.

Nel marasma generale io,

semplicemente io,

ti appaio pazzo:

volesse il Cielo darti ragione!

Io sono solo arena

gettata nel mare oscuro.

E dissento, amica mia,

io dissento.

 

1996

Foto copyright free, http://www.pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Senryū 20.03 – Tra calli fetide

Smania d’incanto,

arte che sparge arte

occhi d’Oriente.

 

2017

Foto copyright free, http://www.pixabay.com

http://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Fiori di loto

Anche oggi
serri i battenti radiosi,
sole di vita.

Ti addormenti quieto
slittante all’orizzonte,
nella nebbia umida,
là dove le foglie
profumano
d’autunno e asfalto.

Ma questa notte veglierò.

Mi ritrarrò nel buio ovattato
a contare le ore.

E tu sarai tenera carezza
per l’uomo dimenticato.
Essenza di loto
su rive tempestate
dal monsone.

 

1996

Foto copyright free, www.pixabay.com

http://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Pleiadi 2

O Vita, perché m’inebrio

della tua effimera voluttà,

se poi m’intossichi

e divento recidivo,

cronico

in me stesso?

 

1991

Foto copyright free, http://www.pixabay.com.

Fluire

E il tempo fluisce con grande calma istantanea.

I volti tirati, gli occhi ridenti,

i passi frettolosi, il fragore di un bacio,

l’ingordigia sciacalla,

la quiete di una testa chinata

e di un suo assenso.

Il tempo scorre,

l’esempio resta.

 

1986

Foto copyright free, http://www.pixabay.com.

Senryū 06.02/2 – Anime aggrovigliate

Spossati cuori

si reggono le mani

per non soffrire.

 

02/2017

Foto copyright free, http://www.pixabay.com

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Fino a Te

Amarti è l'immenso per me.

A Place For My Head

La vita è una commedia per coloro che pensano e una tragedia per coloro che sentono.

Tripambitions

It contains the world best places and things.

Lost Route

Riscopriamo la bellezza della natura, camminando. Itinerari e percorsi adatti a tutti gli escursionisti, prevalentemente nella nostra bellissima Toscana.

La chimica delle parole

L'unica cosa certa è il cambiamento

Luce nel buio

La crisi dei 40 anni in anticipo!

Paroledipaola

sospesa tra finzione e realtà

Lea e l'Inchiostro

L'odore dei libri. Le mani sporche di inchiostro. Ho iniziato a leggere quando ho capito che la mia vita non mi sarebbe bastata.

Argentoblu

Bon ton nella moda

Un Po’ Di Me e Dal Web

Lui fa il sogno lei fa la piuma loro volano

Paradisi Artificiali

Parole in libertà

Oniricosite

I miei sogni sono irrinunciabili , sono ostinati , testardi e resistenti . Luis Sepulveda

Il sogno nascosto❤

"L'amore non conosce barriere. Salta ostacoli, oltrepassa recinzioni, attraversa pareti per arrivare alla sua destinazione, pieno di speranza."

TYT

il lavoro debilita l'uomo e la donna

duepunti

Punto, due punti, ma sì, fai vedere che abbondiamo, abondantis adbondandum.

donutopenthisblog.wordpress.com/

di Giulia Sole Curatola

Monday sun

oggi voglio essere

normagiumelli

Le mie passioni

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

chiarasaracino's Blog

essere distanti

Adriana Mirando Artista

L'arte, una scorciatoia tra noi e i nostri sogni.

Frammenti di emozioni

Impressioni di un'anima errante

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

°Conto alla rovescia°

•Scegli i tuoi pensieri con attenzione, sei tu il creatore della tua vita•

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

" una, nessuna e centomila"

essere o non essere, questo è il dilemma.

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Citazioni Della Mia Mente

"Aut insanit homo, aut versus facit." (Orazio)

Beauty From Darkness.

Non pretendo che la Gioia non possa unirsi alla Bellezza, ma affermo che la Gioia ne è uno degli ornamenti più volgari, mentre la Malinconia ne è, per così dire, l'illustre compagna: al punto che non riesco a concepire (il mio cervello è forse uno specchio magico?) un tipo di Bellezza senza l'Infelicità. [Baudelaire]

Rupestreblog

∃x(φ)

Pulsartist

ritmi d'arte di A. Leda

Klau, The Dragon Coach

Desenvolvimento pessoal e espiritual em prol de uma vida melhor