Cerca

Carlo Molinari… Scrivere secondo istinto.

Un mondo di tentata poesia

Mese

aprile 2017

Continua l’offerta lancio di “Cantico” (2008)!

Il mio libro di poesie “Cantico” (2008) è ora disponibile in formato PDF per chi lo volesse ricevere al costo di € 5,00 (il formato cartaceo è andato tutto esaurito). Invio immediato via email.

Si tratta di un libro molto particolare, dove sono contenute parecchie poesie già premiate in concorsi a livello nazionale ed internazionale. Un libro da leggere e da “vedere” (in stile Apollinaire, se vogliamo), in quanto molte parole che formano le varie poesie si possono appunto “vedere” oltre che leggere: s’ingigantiscono, prendono forme strane, svolazzano nella pagina, precipitano nel foglio, s’impiccioliscono ecc. ecc. Inoltre molte fotografie in bianco e nero rafforzano il significato complessivo delle parole stesse e della poesia in questione. Insomma, una lettura non affatto banale nè scontata ma del tutto originale. E piacevole (così mi è stato assicurato dai Lettori).

Non possiedo più alcuna copia in formato cartaceo, come detto sopra, in quanto il libro ha avuto un grande successo e tutte le copie a mia disposizione sono state vendute (non si può trovare neanche nei cataloghi on line, esaurito). Ecco perché quindi fare un formato file PDF dello stesso da inviare via email a chi lo richiede. “Cantico”, inoltre, è aggiornato, riveduto, corretto ed ampliato rispetto alla prima edizione. Praticamente si tratta di una seconda edizione.

Con solo altri € 5,00 potrete ricevere ANCHE il mio primo libro di poesie “Tra Strelizia e Calycanthus” (1992), anch’esso esaurito. Il mio battesimo con la carta stampata nel lontano 1992 (poesie più prosaiche ma d’impatto). COME FARE quindi per ordinare? Collegatevi con l’offerta che ho creato sulla mia pagina Facebook e seguite le istruzioni http://www.facebook.com/carlomolinaripoesia , oppure potete inviare direttamente in BUSTA BEN SIGILLATA il denaro (specificando se desiderate un solo libro oppure tutti e due ed INSERENDO la vostra email per l’invio immediato dei file pdf via web), inviando il tutto a: Carlo Molinari, FERMO POSTA, Via Cadore, 31015 Conegliano (TV).

Non appena riceverò la busta v’invierò subito il o i libri (in formato PDF): il metodo di pagamento è un pò pionieristico ma al momento non possiedo una PostePay nè un conto PayPal per cui questo è l’unico modo che ho per ricevere denaro (un suggerimento: da come stanno facendo quasi tutti: usate una busta gialla. Il vostro denaro così non andrà assolutamente perduto: garantito dall’esperienza che sto vivendo giorno dopo giorno). Provvederò comunque a risolvere la questione della PostePay quanto prima, per altre azioni promozionali sui miei libri in formato file pdf.

Grazie per l’attenzione e spero di ricevere ancora tante richieste da parte vostra (Facebook già si sta muovendo parecchio). Facciamo girare “Cantico”: non ne resterete delusi, così almeno mi assicura chi l’ha letto o lo sta leggendo! :-)))))

Offerta valida sino al 31 Maggio 2017.

Annunci

Senryū 12.02

Si può amarti
fino a convertire
morte in vita.

 

Febbraio 2017
Carlo Molinari (c)
Foto: frame dal web
www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Profumo di pulito

Onda cerebrale amorfa

che intima mi pervadi,

mi strappi il fiato

mi fai transitare

tra la fantasia più sfrenata,

e tutto ciò che è distante

ora pare così dentro me

che mi sgomenta

questo quasi tormento

di universo ventricolare.

Perché le pupille son tante,

i sorrisi si mescolano

alle lacrime soffocate

e le dita scalzano ancora

aride dune di sabbia.

 

 

04/2017

Foto pixabay.com

http://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Haiku 26.04/2

Pioggia a scrosci

appaga la campagna

e tutto monda.

 

 

04/2017

Foto pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Senryu 26.04

Dio nascosto,

la terra gronda sangue

e volti spenti.

 

 

04/2017

Foto pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Haiku 26.04

Strade deserte

il buio è torbido

e Dio tace.

 

 

04/2017

Foto pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Sogni di mezza Primavera

La regina di via Pittori Paglia

m’invitava decisa a svernare

nelle isole dell’Atlantico,

forse le Azzorre,

forse qualche atollo

di una riesumata Atlantide,

terra di antiche amazzoni,

e là ponevamo le membra al sole

per poi rincasare in pianura

in inverno già inoltrato.

Si levava l’ancora da Lisbona

in galeoni del tardo cinquecento,

per approdare in mezzo al mare

ed indugiare al sole nove mesi.

Lei si è spenta cent’anni fa sotto i ferri,

io sono rimasto ancora qui

ad accantonare in versi

un ricordo infossato nelle cronache

del mio io più profondo.

 

Ed ora è già lento chiarore,

le falene tremolano

tra le luci arancioni

dei pilastri della luce,

i passeri già son desti

ed inscenano orchestre sinfoniche

per dilettare i pendolari

che s’apprestano a salire trafelati

sul primo treno per Venezia.

 

E sarà giorno, ancora giorno.

 

Un’altra volta giorno,

tra pensieri incavati

e gioie del vivere faticato.

Perché nulla avvenga per caso,

neanche una visione nel bel mezzo

della notte spenta,

che ti ravviva quasi sereno

e ti ripiomba al primo caffè

tra la radio che ancor parla

ed un atlante che carpisce

le mie ottuse ignoranze.

 

 

04/2017

Foto: “Atlantide” dal web

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Senryū 23.04

Voglio essere

la tua poesia,

sbocciare in te.

 

 

04/2017

Foto pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Sed amor semper vincit

Le unghie di quell’operaio

sono grondanti di sangue efferato,

hanno sbriciolato nelle notti del mai

la mia regina dei cuori

e giace riversa su di una pietra germogliata.

 

There’s a shock in me.

There will be a shock in me.

 

Ora tace anche la luna

si occulta dietro vergogne ancestrali,

e i grimaldelli di quella cella

sono stati scaraventati fuori dalle grate.

 

There’s a shock in me.

There will be a shock in me.

 

Eri tu che mitigavi ogni mio affanno

e il mio cuore t’apparteneva,

ora solo cataste di terra

sul tuo immacolato corpo decomposto.

 

There’s a shock in me.

There will be a shock in me.

 

Destati ipocrita seduttore di versi,

la notte è greve, le lenzuola sbranate

inzuppate di sudore, il pigiama a brandelli

e ti vai spegnendo per un sogno da vomitare.

 

There’s a shock in me.

There was a shock in me.

 

 

04/2017

Foto pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Blog su WordPress.com.

Su ↑