Cerca

Carlo Molinari… Scrivere secondo istinto.

Cercando di fare un po' di poesia

Mese

aprile 2017

Continua l’offerta lancio di “Cantico” (2008)!

Il mio libro di poesie “Cantico” (2008) è ora disponibile in formato PDF per chi lo volesse ricevere al costo di € 5,00 (il formato cartaceo è andato tutto esaurito). Invio immediato via email.

Si tratta di un libro molto particolare, dove sono contenute parecchie poesie già premiate in concorsi a livello nazionale ed internazionale. Un libro da leggere e da “vedere” (in stile Apollinaire, se vogliamo), in quanto molte parole che formano le varie poesie si possono appunto “vedere” oltre che leggere: s’ingigantiscono, prendono forme strane, svolazzano nella pagina, precipitano nel foglio, s’impiccioliscono ecc. ecc. Inoltre molte fotografie in bianco e nero rafforzano il significato complessivo delle parole stesse e della poesia in questione. Insomma, una lettura non affatto banale nè scontata ma del tutto originale. E piacevole (così mi è stato assicurato dai Lettori).

Non possiedo più alcuna copia in formato cartaceo, come detto sopra, in quanto il libro ha avuto un grande successo e tutte le copie a mia disposizione sono state vendute (non si può trovare neanche nei cataloghi on line, esaurito). Ecco perché quindi fare un formato file PDF dello stesso da inviare via email a chi lo richiede. “Cantico”, inoltre, è aggiornato, riveduto, corretto ed ampliato rispetto alla prima edizione. Praticamente si tratta di una seconda edizione.

Con solo altri € 5,00 potrete ricevere ANCHE il mio primo libro di poesie “Tra Strelizia e Calycanthus” (1992), anch’esso esaurito. Il mio battesimo con la carta stampata nel lontano 1992 (poesie più prosaiche ma d’impatto). COME FARE quindi per ordinare? Collegatevi con l’offerta che ho creato sulla mia pagina Facebook e seguite le istruzioni http://www.facebook.com/carlomolinaripoesia , oppure potete inviare direttamente in BUSTA BEN SIGILLATA il denaro (specificando se desiderate un solo libro oppure tutti e due ed INSERENDO la vostra email per l’invio immediato dei file pdf via web), inviando il tutto a: Carlo Molinari, FERMO POSTA, Via Cadore, 31015 Conegliano (TV).

Non appena riceverò la busta v’invierò subito il o i libri (in formato PDF): il metodo di pagamento è un pò pionieristico ma al momento non possiedo una PostePay nè un conto PayPal per cui questo è l’unico modo che ho per ricevere denaro (un suggerimento: da come stanno facendo quasi tutti: usate una busta gialla. Il vostro denaro così non andrà assolutamente perduto: garantito dall’esperienza che sto vivendo giorno dopo giorno). Provvederò comunque a risolvere la questione della PostePay quanto prima, per altre azioni promozionali sui miei libri in formato file pdf.

Grazie per l’attenzione e spero di ricevere ancora tante richieste da parte vostra (Facebook già si sta muovendo parecchio). Facciamo girare “Cantico”: non ne resterete delusi, così almeno mi assicura chi l’ha letto o lo sta leggendo! :-)))))

Offerta valida sino al 31 Maggio 2017.

Annunci

Senryū 12.02

Si può amarti
fino a convertire
morte in vita.

 

Febbraio 2017
Carlo Molinari (c)
Foto: frame dal web
www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Profumo di pulito

Onda cerebrale amorfa

che intima mi pervadi,

mi strappi il fiato

mi fai transitare

tra la fantasia più sfrenata,

e tutto ciò che è distante

ora pare così dentro me

che mi sgomenta

questo quasi tormento

di universo ventricolare.

Perché le pupille son tante,

i sorrisi si mescolano

alle lacrime soffocate

e le dita scalzano ancora

aride dune di sabbia.

 

 

04/2017

Foto pixabay.com

http://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Haiku 26.04/2

Pioggia a scrosci

appaga la campagna

e tutto monda.

 

 

04/2017

Foto pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Senryu 26.04

Dio nascosto,

la terra gronda sangue

e volti spenti.

 

 

04/2017

Foto pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Haiku 26.04

Strade deserte

il buio è torbido

e Dio tace.

 

 

04/2017

Foto pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Sogni di mezza Primavera

La regina di via Pittori Paglia

m’invitava decisa a svernare

nelle isole dell’Atlantico,

forse le Azzorre,

forse qualche atollo

di una riesumata Atlantide,

terra di antiche amazzoni,

e là ponevamo le membra al sole

per poi rincasare in pianura

in inverno già inoltrato.

Si levava l’ancora da Lisbona

in galeoni del tardo cinquecento,

per approdare in mezzo al mare

ed indugiare al sole nove mesi.

Lei si è spenta cent’anni fa sotto i ferri,

io sono rimasto ancora qui

ad accantonare in versi

un ricordo infossato nelle cronache

del mio io più profondo.

 

Ed ora è già lento chiarore,

le falene tremolano

tra le luci arancioni

dei pilastri della luce,

i passeri già son desti

ed inscenano orchestre sinfoniche

per dilettare i pendolari

che s’apprestano a salire trafelati

sul primo treno per Venezia.

 

E sarà giorno, ancora giorno.

 

Un’altra volta giorno,

tra pensieri incavati

e gioie del vivere faticato.

Perché nulla avvenga per caso,

neanche una visione nel bel mezzo

della notte spenta,

che ti ravviva quasi sereno

e ti ripiomba al primo caffè

tra la radio che ancor parla

ed un atlante che carpisce

le mie ottuse ignoranze.

 

 

04/2017

Foto: “Atlantide” dal web

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Senryū 23.04

Voglio essere

la tua poesia,

sbocciare in te.

 

 

04/2017

Foto pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Sed amor semper vincit

Le unghie di quell’operaio

sono grondanti di sangue efferato,

hanno sbriciolato nelle notti del mai

la mia regina dei cuori

e giace riversa su di una pietra germogliata.

 

There’s a shock in me.

There will be a shock in me.

 

Ora tace anche la luna

si occulta dietro vergogne ancestrali,

e i grimaldelli di quella cella

sono stati scaraventati fuori dalle grate.

 

There’s a shock in me.

There will be a shock in me.

 

Eri tu che mitigavi ogni mio affanno

e il mio cuore t’apparteneva,

ora solo cataste di terra

sul tuo immacolato corpo decomposto.

 

There’s a shock in me.

There will be a shock in me.

 

Destati ipocrita seduttore di versi,

la notte è greve, le lenzuola sbranate

inzuppate di sudore, il pigiama a brandelli

e ti vai spegnendo per un sogno da vomitare.

 

There’s a shock in me.

There was a shock in me.

 

 

04/2017

Foto pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Realtà virtuale (Introspection)

Reprimere d’assalto,

gli occhi kazaki

prestano memoria

ma non trascinano ascolto.

 

Vastità di ciotole

costellate di caffeina

e scaglie di tabacco,

quando la sveglia

non grida più sconcezze

ed io ho solo sventrato

sonni ritmati

da incubi dissennati.

 

Convulso

divelto

consunto

ripiantato

rigermogliato

tendo il viso

al gelido sole.

 

“Non cambierò

la trama al mio racconto”

(R. Zero).

 

 

04/2017

Foto pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Palla al centro

Scrutai a lungo il cosmo
e Cassandra mi profetizzò
lustri di anni maldestri.

Non più beatitudini
da cielo terso
ma nella nebbia brancolare
e incespicare sui rovi
dell’umano errare.

Divinizzò la sventura
e ascolto le diedi,
sulla pelle mia graffiate
e scorticate
a decretar ancora
che, seppur dolorante,
la vita m’appartiene.

 

2009

Foto dal web

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Mano tesa

Mi nutrirò dei nembi infuocati al calar della sera,

mi nutrirò dei cuori altrui,

di ogni ricchezza che potranno offrirmi,

mi nutrirò dei tuoi dolori affinché siano anche i miei,

mi sazierò della risata di un bambino,

dei suoi vestitini colorati e delle sue chiome arruffate.

Mi nutrirò dei boccioli sui rami, dell’erba fragrante,

dei campi di papaveri e di lavanda.

 

Ho tutta la buona volontà per saziarmi

del bagliore di una stella,

per perdermi nel Creato notturno

e rincorrere l’orbita della luna.

Mi sazierò del firmamento che inizia a schiarire

avvolto dal trillo dei passeri e delle rondini migratrici.

 

Ho tutta la buona volontà per gioire di questo.

 

Ma per ora indugio, faccia al muro,

sbiadito e forse scialbo.

Anche se neanche il dolore più immenso

potrà rapirmi

alla nostalgia di nutrirmi e di saziarmi

del tutto che mi circonda.

 

Iniziando dalle tue mani tese.

 

 

2009

Foto pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

E Pasqua sia!

In questa notte che per chi è credente può e deve essere definita “santa”, si celebra la vittoria della Luce sulle tenebre. Diciamolo senza tanta “par condicio” e con il MASSIMO rispetto per chi non è credente o è agnostico: noi cristiani (praticanti o meno), celebriamo oggi la vittoria di Gesù sulla morte. Cosa vuol dire in poche parole? Che si nasce per non morire mai più, che siamo sempre e comunque destinati alla vita eterna. E questo è il mio Credo. Il Credo di più di un miliardo e mezzo di cristiani sul pianeta terra: buona Pasqua a tutte/i voi con sincero rispetto ed amicizia! Carlo Molinari
P.S. Satana fottiti…

“Resurrexit sicut dixit”

Sabato santo,
la sera si tramuta
in orchestre di campane.
Sonno eterno
sei stato sconfitto
una volta per sempre.
E si sboccia per non
morire mai più.

2017
https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia
Foto tratta dal web
Cliccate se volete questo link ed immergetevi in un’atmosfera pasquale, tipica di questo giorno: dura poco ma, ad occhi chiusi e col cuore aperto, vi farà “salire” molto in alto …. https://www.youtube.com/watch?v=R6Qxg-zyKus

Destini

Inseguiti dai nostri spettri,

strangolati da buchi neri

dove spesso,

troppo spesso, stramazziamo.

Azzardare l’ascensione

e giù altre mazzate.

Come cani insanguinati

ci lecchiamo le piaghe

e giù altri schiaffi e percosse.

Come serpi strisciamo,

e ci schiacciano la testa

e ci manca il respiro.

Sono i giorni dei destini,

le botte che ci fan crescere

a suon di denti rotti

e di pelli lacerate.

 

Ma, almeno un giorno,

lasciatemi accovacciato

sul letto, a tentare di dormire.

Preferisco questo allucinogeno

al vino,

che è là e m’aspetta,

ma mi ammanto di un piumone

e gli sputo addosso.

 

Le randellate in piena faccia,

se non altro,

saranno solo un brutto sogno.

 

 

2009

Foto pixabay.com

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

L’amore puro

S’incanala al declivio

questo giorno

senza tarli né rimorsi.

Non mi scruto

la coscienza, no.

Dovrei farmi graziare

l’esistenza intera.

Lascio che tutto scorra

nelle sue rapide

e mondi ciò che va storto.

Ho l’ardire, a volte,

d’inalberarmi verso il Cielo,

ma poi cieco mi renderei,

negli abissi dei mari

troverei codardo rifugio.

Perché la croce

è tatuata nell’Uomo,

e il ritorno alla vita

è il prezzo già pagato

da Colui che è

l’Amore puro.

 

 

2008

Foto: frame da “Gesù di Nazareth” di Franco Zeffirelli

https://www.facebook.com/carlomolinaripoesia

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Fino a Te

Amarti è l'immenso per me.

A Place For My Head

La vita è una commedia per coloro che pensano e una tragedia per coloro che sentono.

Tripambitions

It contains the world best places and things.

Lost Route

Riscopriamo la bellezza della natura, camminando. Itinerari e percorsi adatti a tutti gli escursionisti, prevalentemente nella nostra bellissima Toscana.

La chimica delle parole

L'unica cosa certa è il cambiamento

Luce nel buio

La crisi dei 40 anni in anticipo!

Paroledipaola

sospesa tra finzione e realtà

Lea e l'Inchiostro

L'odore dei libri. Le mani sporche di inchiostro. Ho iniziato a leggere quando ho capito che la mia vita non mi sarebbe bastata.

Argentoblu

Bon ton nella moda

Un Po’ Di Me e Dal Web

Lui fa il sogno lei fa la piuma loro volano

Paradisi Artificiali

Parole in libertà

Oniricosite

I miei sogni sono irrinunciabili , sono ostinati , testardi e resistenti . Luis Sepulveda

Il sogno nascosto❤

"L'amore non conosce barriere. Salta ostacoli, oltrepassa recinzioni, attraversa pareti per arrivare alla sua destinazione, pieno di speranza."

TYT

il lavoro debilita l'uomo e la donna

duepunti

Punto, due punti, ma sì, fai vedere che abbondiamo, abondantis adbondandum.

donutopenthisblog.wordpress.com/

di Giulia Sole Curatola

Monday sun

oggi voglio essere

normagiumelli

Le mie passioni

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

chiarasaracino's Blog

essere distanti

Adriana Mirando Artista

L'arte, una scorciatoia tra noi e i nostri sogni.

Frammenti di emozioni

Impressioni di un'anima errante

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

°Conto alla rovescia°

•Scegli i tuoi pensieri con attenzione, sei tu il creatore della tua vita•

susabiblog

Mi piace tramutare in parole e immagini i miei sogni

" una, nessuna e centomila"

essere o non essere, questo è il dilemma.

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Citazioni Della Mia Mente

"Aut insanit homo, aut versus facit." (Orazio)

Beauty From Darkness.

Non pretendo che la Gioia non possa unirsi alla Bellezza, ma affermo che la Gioia ne è uno degli ornamenti più volgari, mentre la Malinconia ne è, per così dire, l'illustre compagna: al punto che non riesco a concepire (il mio cervello è forse uno specchio magico?) un tipo di Bellezza senza l'Infelicità. [Baudelaire]

Rupestreblog

∃x(φ)

Pulsartist

ritmi d'arte di A. Leda

Klau, The Dragon Coach

Desenvolvimento pessoal e espiritual em prol de uma vida melhor