Sed amor semper vincit

Le unghie di quell’operaio

sono grondanti di sangue efferato,

hanno sbriciolato nelle notti del mai

la mia regina dei cuori

e giace riversa su di una pietra germogliata.

 

There’s a shock in me.

There will be a shock in me.

 

Ora tace anche la luna

si occulta dietro vergogne ancestrali,

e i grimaldelli di quella cella

sono stati scaraventati fuori dalle grate.

 

There’s a shock in me.

There will be a shock in me.

 

Eri tu che mitigavi ogni mio affanno

e il mio cuore t’apparteneva,

ora solo cataste di terra

sul tuo immacolato corpo decomposto.

 

There’s a shock in me.

There will be a shock in me.

 

Destati ipocrita seduttore di versi,

la notte è greve, le lenzuola sbranate

inzuppate di sudore, il pigiama a brandelli

e ti vai spegnendo per un sogno da vomitare.

 

There’s a shock in me.

There was a shock in me.

 

 

04/2017

Photo copyright free

Annunci

2 pensieri riguardo “Sed amor semper vincit”

    1. Un altro sogno, un incubo stavolta…ma sono legato a questa poesia e oggi l’ho voluta riproporre…io quando scrivo vado da un estremo all’altro, ormai lo sai bene e l’avrai compreso più che bene, sono fatto così, a volte non conosco le mezze misure…..Ciao Norma!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...