Cambio, stazione di Mestre

E se m’imbatto ancora

nei tuoi occhi,

se torno a tacitare

il mio sentire, a ripudiare

il mio passato cruento,

tempesta maledetta,

no, non è stato un caso.

Sono di nuovo qui

ad ammucchiare versi

perché l’ho voluto,

l’ho sospirato in una sera

che ormai addomestica il palco

ad una notte imbrillata di niente.

Ma ti lascio riposare

non voglio più inquietare

i tuoi respiri, non più

domani in fondo è già qui

e di treni ce ne sono tanti.

Si tornerà a viaggiare.

 

Ancora di più.

 

 

07/2017

Photo copyright free

Annunci

2 pensieri riguardo “Cambio, stazione di Mestre”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...